De AgriCultura. Un viaggio nella tradizione contadina

Il progetto espositivo prende le mosse dalla manifestazione Giornate della Serra, ospitata dal Comune di Salussola per l’edizione 2019, che ha l’obiettivo di fare conoscere e valorizzare il territorio del comune capofila.

Un territorio quello di Salussola, come ben esemplificato dal titolo della chermes ‘Dall’archeologia alle risaie’ ricco di storia, testimoniata anche dai ritrovamenti che si sono susseguiti recentemente in occasione dello scavo del metanodotto Snam, e ancora oggi permeato di cultura agricola e contadina, che meritano uno spazio museale di approfondimento accanto al ciclo di conferenze che è stato previsto nell’ambito della manifestazione.

Il titolo della mostra 'De AgriCultura' è inspirato all'opera in prosa 'De agri cultura’, un vero e proprio trattato di tecnica agricola, redatto dall'autore latino Marco Porcio Catone, detto il Censore, a testimonianza di come la coltivazione della terra rimonti già all’epoca romana.

Nel proemio Catone sostiene la superiorità dell'agricoltura, sul piano sociale, morale ed educativo, la considera infatti l’attività più sicura ed onesta, la più adatta a formare i buoni cittadini ed i buoni soldati.

Attraverso una serie di strumenti agricoli presenti in mostra, che testimoniano come gran parte di essi conservino caratteristiche proprie dei più antichi, si è voluto riannodare i fili della memoria, della storia e della cultura agricola di questi luoghi.

La maggior parte degli oggetti in mostra sono parte della collezione del Sign. Emilio Calliera, detto il Pec, coltivatore diretto e appassionato del proprio territorio, che nell’arco della sua esperienza decennale di lavoro dei campi è stato testimone di ritrovamenti archeologici importanti avvenuti proprio sulla sua proprietà. Conscio di come questi ultimi siano un tassello fondamentale per ricostruire la storia e l’identità del territorio si è posto come interlocutore delle autorità deputate.

I nostri più sentiti ringraziamenti vanno al Sign. Gianni Ferrero, collezionista di strumenti agricoli e proprietario di Cascina Rovet, per averci prestato il raro modello di aratro, e a Cristina Schiaparelli, Socio fondatore dell’ecomuseo, per l’esemplare di gerla presenti in mostra.

Nell’ambito dell’inaugurazione della mostra ‘De AgriCultura. Un viaggio nella tradizione contadina’ si svolgerà la presentazione dei libri: ‘Dove il tempo si è fermato’ e ‘Hai visto che luna?’ dell’autore Pier Emilio Calliera, detto il Pec.

In queste pagine si possono rintracciare un’incredibile varietà di suggestioni, con storie vere che si intrecciano a storie fantastiche, descrizioni colme di stupore di paesaggi agresti, risaie affollate di uccelli, boschi secolari e boschi piantumati con amore, ritratti di personaggi attuali o leggendari come le bellemondariso, le ligere, i caminant e il Biondin, usanze antiche e antichi lavori con attrezzi oggi dimenticati. Il tutto è narrato con uno stile sciolto, ritmato, ricco di termini e colorite espressioni dialettali, talvolta ironico e spesso umoristico proprio di un uomo, il Pec, spontaneo comunicatore di emozioni, che questi stessi luoghi suscitano.


Daniela Palladino

Presidente A.V.P.S. Onlus

Museo Laboratorio dell’Oro e della Pietra - A.V.P.S. Onlus - Sede legale: via Duca d’Aosta n. 7 - Salussola, Biella.
e-mail: info@museolaboratoriosalussola.org